Il Poeta

A un occhio come il nostro, questo mondo appare spezzato, frammentato in una miriade di manifestazioni separate fra loro.

Solo il Poeta può cogliere l’ineffabile presenza che tiene insieme ogni cosa. A questa presenza fin dal periodo vedico furono dati molti nomi. Fu identificata con la parola (il suono), con la luce, con la coscienza. Ma indipendentemente dal titolo che le fu dato, l’unico che da sempre ha avuto accesso alla sua esperienza è stato il visionario, il veggente, colui il quale riesce ad accogliere in sé il mistero e ne coglie il linguaggio più profondo.

E’ stato il Poeta che, con la capacità di udire quell’unico suono all’interno dei diversi nomi, ha potuto narrare la verità che tiene insieme ogni cosa.